San Michele al Tagliamento

Home
Comunicato stampa dell'ex Sindaco di San Michele al Tagliamento, Giorgio Vizzon
22-05-2011

Giorgio Vizzon ex sindacoErano molto attese a San Michele al Tagliamento le sentenze del TAR (n. 864/2011 e 866/2011) sulla questione “Concorsi dei dirigenti” in particolare sull’intervento del Difensore civico regionale e sull’assunzione del Dirigente amministrativo, oggetto di aspre polemiche nella passata Amministrazione da parte di un gruppo di consiglieri della maggioranza che avevano accusato l’ex sindaco Vizzon di aver bandito concorsi irregolari.

Ora Vizzon si sta riprendendo tutte le sue rivincite in quanto il TAR, proprio in data 19 maggio, ha depositato due sentenze che danno ragione in pieno su quanto aveva fatto l’ex sindaco. I giudici amministrativi hanno infatti bocciato definitivamente l’intervento del dott. Roberto Pellegrini, Difensore civico regionale, che si era inserito nella discussione sui bandi di concorso, sostituendosi addirittura all’Amministrazione comunale che non aveva adottato nessun provvedimento definitivo di revoca dei Concorsi stessi.

Il Tar, dopo aver definito inopportuno l’intervento del Difensore civico, ha annullato definitivamente il suo intervento, senza neppure entrare nel merito, perché del tutto fuori luogo in quanto solo l’Amministrazione, che ha emanato i propri atti, può intervenire sugli stessi.

Si tratta di una bocciatura grave nei confronti di questo organo regionale che dovrebbe conoscere perfettamente i limiti dei propri interventi.

Chissà se la Regione, che perdendo le cause dovrà sborsare soldi dei cittadini, deciderà di revocare l’incarico al Dott. Pellegrini.

Già quando era in carica, il sindaco Vizzon aveva definito illegittimo l’intervento del Difensore, stimolato da un gruppo di Consiglieri dell’ex maggioranza. E le perplessità di Vizzon erano sfociate in un esposto alla Procura della Repubblica nei confronti del difensore civico.

Ora, dopo Vizzon, anche il TAR boccia l’intervento del dottor Pellegrini. 

Insomma, i veri atti illegittimi non erano del Sindaco Vizzon ma del Difensore civico che, per la seconda volta in un mese, si vede annullati i propri atti dal TAR (una sentenza simile ha riguardato il Comune di Casale sul Sile).

Il dott. Pellegrini è un soggetto "INCOMPETENTE", questa è l'amara verità.

Altra vittoria schiacciante di Vizzon sull’assunzione del Dirigente amministrativo che il TAR ha stabilito assolutamente regolare.

Di parere opposto erano stati un parere legale, chiesto dal Commissario Prefettizio, sempre il Difensore civico ed alcuni Consiglieri dell’ex maggioranza che per mesi avevano fomentato polemiche aspre e violente contro Vizzon.

Il Tar invece ribalta completamente il parere legale chiesto dal Commissario Prefettizio, quello del Difensore civico regionale e degli ex Consiglieri che avevano ritenuto irregolari tali procedure.

Si tratta insomma di una vittoria schiacciante dell’ex Sindaco su tutti i fronti. “Chi mi aveva accusato di partigianeria, di aver favorito persone, di aver indetto concorsi non regolari deve rassegnarsi alla sua partigianeria supportata da impreparazione ed ignoranza amministrativa.

Il TAR,  non certo di parte come invece lo è stato qualche altro organo regionale di nomina politica,  conferma come le procedure siano state corrette. Ed aver cavalcato, anche in campagna elettorale, queste vicende, alla fine ha prodotto l’effetto opposto: la gente ha deciso di lasciare a casa questi “paladini della giustizia” che ora si leccano le ferite.

Ora la speranza è quella che la nuova Amministrazione, che con onestà intellettuale non ha cavalcato queste vicende, possa far tesoro di queste sentenze del TAR per far lavorare gli uffici con tranquillità, senza polemiche per il bene del paese.

20.5.2011

GIORGIO VIZZON