San Michele al Tagliamento

Home
Comunicato Stampa Lista Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra
13-05-2011

FORSE NON TUTTI SANNO CHE …….
A San Michele, in vista delle prossime elezioni, si sono presentate 7 liste…. Ah no, questo lo sanno già tutti, ma probabilmente non tutti sono a conoscenza di come si è arrivati a questa situazione.
Fin da quando l’ex sindaco Vizzon ha rassegnato le dimissioni, con il conseguente comissariamento del Comune, la gente ha cominciato ad interrogarsi sul futuro ma mai avrebbe immaginato il delinearsi di una situazione del genere che, invece, è figlia della confusione e delle contraddizioni della precedente amministrazione e del caos politico nazionale.

Per un buon periodo tutto è stato fatto nell’ombra senza che trapelassero voci su eventuali possibili alleanze ed accordi elettorali fino a che qualcosa si è finalmente mosso.
Le prime voci che sono circolate parlavano di una candidatura dell’ex candidato sindaco Codognotto (centrosinistra) alleato con UDC, Lega ed alcuni componenti dell’ex Margherita che non erano confluiti nel PD.
Poi si è sentito parlare di un possibile accordo del PD con parte del PDL con il tentativo di presentare una candidatura “forte” capace di unire le parti e di garantire un bacino di voti che avrebbe portato ad una sicura vittoria elettorale, e fu così che questo superM(AN) cominciò a sfogliare la “margherita” (mi candido,non mi candido, mi candido, non m…….).
Nel frattempo Giampiero Bandolin comincia i propri lavori per costituire una lista civica, cosa che, come vedremo, andrà a buon fine senza, almeno per quanto ne sappiamo, grossi intoppi.
Dalle parti di Codognotto, intanto, la situazione cominciava a modificarsi, nel senso che sia UDC e Lega sarebbero sì confluiti, ma solo in parte.
<E superM(AN) continuava a sfogliare la “margherita”…..>.
Da tutti questi movimenti, però mancano, ufficialmente, dei nomi importanti: ex sindaci, ex assessori, ex consiglieri, da sempre politicamente impegnati. Possibile che non trovino spazio?
Giungono voci che nel PD non tutti sono d’accordo con la “santa alleanza” e che si rischia la spaccatura.
<E i petali cominciano a scarseggiare……>.
Pare che la Lega neghi il consenso ai propri iscritti di allearsi con Codognotto e C..
Ed è qui che l’ex Sindaco Vizzon sembra tornare in campo, infatti si vocifera che sia possibile un’alleanza con Lega ed i consiglieri/assessori che l’hanno appoggiato fino all’ultimo, e così la Lega ufficializza di non allearsi con Codognotto.
<E finalmente la “margherita” finisce, ed il fatidico ultimo petalo dice NO>.
Da qui inizia la frenesia (manca circa una settimana alla presentazione delle liste):
il PD e una frangia del SEL decidono di correre insieme, sotto l’effige di una pseudo lista civica di centro-sinistra, ma se è di centro-sinistra tanto civica non è, con wonder-woman ENZA VIO;
il PDL dopo varie candidature ipotizzate ufficializza il capo lista: MAURO DEL SAL, alleati con una fantomatica Lega San Michele il cui simbolo ricorda più una marca di birra che un partito politico;
PASQUALINO CODOGNOTTO decide di candidarsi comunque, con ciò che rimane del progetto iniziale;
la LEGA (quella col simbolo vero) due giorni prima della presentazione delle liste decide di correre da sola con la candidatura di MATTEO ZIROLDO;
il buon GIAMPIERO BANDOLIN, presenta la sua lista civica;
i nomi importanti, cui accennavamo precedentemente, rimasti (perché qualcuno è riuscito ad accasarsi in extremis qua o là) danno vita ad una lista alternativa di centro destra con la candidatura di MARCO CECCHETTO.
E la Federazione della Sinistra?
Noi possiamo dire di essere stati coerenti con le nostre idee ed i nostri principi.
Il nostro gruppo era nato da poco nel Comune, ma da subito abbiamo cominciato a pensare di partecipare alla tornata elettorale. L’alleanza con i gruppi di centro-sinistra sarebbe stata cosa fattibile, sulla carta, ma visto il panorama di alleanze o presunte tali che i nostri possibili interlocutori si stavano costruendo, abbiamo ritenuto opportuno presentarci da soli, con il nostro simbolo e la nostra identità, orgogliosi di portare avanti un progetto (comunque vadano queste elezioni) che ci distingua dagli altri per chiarezza, onestà, trasparenza e rispetto dei cittadini tutti.
Questo è solo un breve, ironico ma veritiero, riassunto di quanto avvenuto negli ultimi mesi. Speriamo possa servire a far capire quant’è grande la sete di potere di certi personaggi, siano essi candidati o subdoli manovratori.
Per finire vorremmo esprimere il rammarico di non trovare più nelle liste elettorali certi elementi (vice-sindaci, e assessori) che hanno fatto la storia politica del nostro Comune. Ci auguriamo che la mancata partecipazione sia dovuta a scelte personali e non a motivazioni tecniche (come si dice nel calcio), ma si sa, nella politica la riconoscenza non è di casa.
Grazie, comunque, per ciò che avete fatto, sarete sempre nei nostri cuori.